4 Carnevali del Nord Italia da non perdere: Edizione 2024

Home » 4 Carnevali del Nord Italia da non perdere: Edizione 2024

Venezia: “Ad Oriente. Il viaggio mirabolante di Marco Polo”

Il Carnevale di Venezia è uno dei festival più famosi al mondo, ricco di storia, tradizione e cultura. Ogni anno, migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo si radunano nella città lagunare per partecipare a questo spettacolare evento.

L’edizione del Carnevale di Venezia del 2024 col tema che rende omaggio al 700° anniversario della morte dell’esploratore veneziano promette di essere un’esperienza indimenticabile. Le celebrazioni si svolgeranno dal 27 gennaio al 13 febbraio e offriranno un programma ricco di eventi e attrazioni per soddisfare ogni genere di interesse.

carnevale-venezia-corteo

Una delle caratteristiche più iconiche del Carnevale di Venezia sono le maschere. Durante il festival, le strade di Venezia si riempiono di persone che indossano magnifiche maschere veneziane, che rappresentano una tradizione secolare. Le maschere sono un simbolo di libertà e permettono alle persone di esprimersi liberamente, oltre a creare un’atmosfera incantata e misteriosa durante il festival.

Inoltre, la città di Venezia sarà animata da una miriade di eventi e attività. Ci saranno spettacoli di musica, danza e teatro per tutti i gusti e le età. I visitatori avranno l’opportunità di assistere a sfilate di costumi e il corteo delle imbarcazioni sul Canal Grande.

Oltre alle attività diurne, il Carnevale di Venezia offre anche eventi serali mozzafiato. Serate di gala, balli in maschera e spettacoli di fuochi d’artificio trasformeranno le serate veneziane in momenti magici e indimenticabili.

Segna la data

  • 28 gennaio: il Corteo Acqueo sul Canal Grande dalle 11 alle 13
  • 27/28 gennaio: Concorso delle maschere più belle in Piazza San Marco
  • 28 gennaio: Festa delle 12 Marie
  • 27/28 gennaio; 3/4 febbraio; e dall’8 al 13 febbraio: Venice Carnival Street Show
  • 2 febbraio: spettacolo di fuochi d’artificio e musica sull’acqua alla Darsena dell’Arsenale

Consulta il sito ufficiale per tutti i dettagli.

Valle d’Aosta: Il Carnevale della Coumba Freida

Nei comuni della Valle del Gran San Bernardo ogni anno si svolge un Carnevale davvero unico nel suo genere. “Coumba Freida” in dialetto significa l’aria gelida della valle e dal 1800 che i vari paesi celebrano i giorni prima della Quaresima in un modo allegorico e originale.

I costumi tipici di questo Carnevale, chiamati landzette, sono una rappresentazione allegorica delle uniformi dei soldati francesi. Sono abiti confezionati interamente a mano e arricchiti di perline, pailettes e specchietti. Ogni personaggio che partecipa alle sfilate ha un significato specifico e contribuisce a creare una festa magica e piena di energia.

coumba-freida-carnevale-valle-daosta
©lovevda.it/it

Ogni personaggio che partecipa al corteo ha un significato specifico. Napoleone Bonaparte rappresenta il potere e la guida, mentre il diavolo simboleggia il lato oscuro e ribelle dell’umanità. Gli arlecchini sono i buffoni, che rappresentano la leggerezza e l’ironia, mentre le “demoiselles” sono le damigelle che portano fortuna e prosperità. L’orso è il simbolo della natura e della fecondità. Rappresenta la rinascita della primavera e la fertilità della terra, che si risveglia dopo l’inverno.

Segna la data

  • 27/28 gennaio: Carnevale a Doues
  • 8/9 febbraio: Carnevale a Étroubles
  • 10/13 febbraio: Carnevale a Gignod
  • 10/12 febbraio: Carnevale a Roisan
  • 10 febbraio: Carnevale a Saint-Oyen

Consulta il sito ufficiale di lovevda per tutti i dettagli.

Storico Carnevale di Ivrea: il più antico d’Italia

Conosciuto soprattutto per la famosa battaglia delle arance che si svolge per tre giorni nelle principali piazze della città, il Carnevale di Ivrea è ricchissimo di evocazioni storiche che attinge a diverse epoche. Dal medioevo all’epoca napoleonica, e dal Settecento al Risorgimento.

carnevale-ivrea

Il momento più importante rievoca la liberazione dalla tirannide e racconta la storia del Marchese di Monferrato che affamava la Città e venne scacciato grazie alla ribellione di Violetta, la figlia di un mugnaio che per non sottostare allo ius primae noctis uccide il marchese, accendendo così la rivolta popolare. La celeberrima Battaglia delle Arance rievoca proprio questa rivolta.

Segna la data

  • 11 febbraio: Battaglia delle arance
  • 28 gennaio: Fagiolate e sapori del Carnevale in piazza Ottinetti e Generala alle 17,30 in piazza Città
  • 4 febbraio: Parata dei carri alle 10 e Generala alle 17,30 in piazza Città
  • 8 febbraio: Passaggio del potere in piazza di Città alle 14 e Festa dei bambini alle 15 in piazza Ottinetti e Maretta; Generala alle 17,45 e bande in piazza alle 21
  • 10 febbraio: Marcia del Corteo Storico, fiaccolata goliardica e sfilata delle squadre degli aranceri a piedi alle 21,30; Spettacolo pirotecnico sul Lungo Dora alle 22,30
  • 11 febbraio: Preda in Dora sul Ponte Vecchio alle 10,30; alle 14 Corteo storico e battaglia delle arance
  • 13 febbraio: alle 14 Corteo storico e battaglia delle arance; premiazioni alle 17,45
  • 14 febbraio: distribuzione di merluzzo e polenta in piazza Lamarmora alle 11

Consulta il sito ufficiale per tutti i dettagli.

Il Carnevale di Muggia: “Carneval de Muja”

Il Carnevale muggesano (Trieste) è molto antico databile al 1420 mentre il famoso “Ballo della Verdura” emerge nel 1611. Se non hai mai sentito parlare del “Ballo della Verdura” te lo spieghiamo: da più di 400 anni, il giovedì grasso a Muggia viene festeggiato con una danza che comprende uomini e donne con ghirlande di verdura in testa richiamando la vittoria di Teseo sul Minotauro nel labirinto.

carnevale-muggia-trieste
copyright: https://www.facebook.com/ComuneMuggia

Un’altra particolarità del Carnevale di Muggia è l’assenza totale delle maschere. Invece presente è la classica sfilata dei carri allegorici creati completamente a mano da artigiani esperti mesi prima dell’evento.

Il Carnevale di Muggia dura pochi giorni e l’edizione del 2024 è dal 8 al 14 febbraio.

Consulta il sito ufficiale per tutti i dettagli

Segna la data

  • 8 febbraio: Carnevale dei bambini dalle 15 alle 17 in piazza Marconi; seguito dal Ballo della Verdura alle 17
  • 9 febbraio: Sfilata dei bambini delle elementari e degli asili alle 10; Carnevale dei bambini dalle 15 alle 17; Dalle 18 spettacoli e musica
  • 10 febbraio: Pigiama Party per i bambini al Museo d’arte moderna alle 10,30; Dalle 18 spettacolo e DJ in piazza Marconi
  • 11 febbraio: GRANDE CORSO MASCHERATO e sfilata dei carri a partire dalle 13 seguito dalle premiazioni alle ore 18 e musica, balli, e DJ
  • 12 febbraio: “Tutti a ovi” antica questua di gruppi mascherati; ore 16 Ballo delle Bambole per i bambini alla palestra comunale; ore 17 la “megafrittata” in piazza Marconi seguito da spettacolo e musica in piazza
  • 13 febbraio: ore 16,30 la sfilata dei mascherati senza carri; ore 17 premiazioni seguito da aperitivo e musica in piazza Marconi e nel centro storico
  • 14 febbraio: Funerale del Carnevale alle 15,30 in Corso Puccini e la Veglia Funebre delle vedove inconsolabili in piazza Marconi

In fine, indipendentemente dalla città che scegli per celebrare il carnevale, sarà sicuramente un’esperienza che durerà tutta la vita!