Home » Monopoli: 10 cose da fare nell’affascinante città pugliese

Monopoli: 10 cose da fare nell’affascinante città pugliese

monopoli-adriatico-puglia
,

Monopoli si trova in provincia di Bari ed è diventata una delle mete più gettonate della regione. Può essere considerata una città con i suoi 50.000 abitanti, ma mantiene ancora il fascino di un borgo antico. Il centro storico è un complesso labirinto di edifici in pietra bianca a contrasto con il mare turchese. Ecco la nostra “top 10” di cosa non perdere durante la tua visita, compresi cibo ed eventi.

Porto antico

Il maggior numero dei monumenti importanti di Monopoli è concentrato qui a Porto Vecchio. Fai una piacevole passeggiata lungomare immaginando tutte le barche che vi sono approdate negli ultimi 2.500 anni. I colori risaltano come il ​​suo caratteristico faro bianco e rosso e i pescherecci detti gozzi in legno di rosso e blu. Ancora oggi i gozzi vengono usati dai pescatori di Monopoli e sicuramente avrai l’occasione di vederne alcuni riparare le proprio reti come hanno fatto per centinaia di anni. Nel mese di ottobre, la città ospita un evento che celebra le loro tradizioni di pesca, Gozzovigliando. Dal porto sei vicino ad alcuni dei principali luoghi da non perdere a Monopoli.

monopoli-porto vecchio

Piazza Garibaldi

Questa piazza è ancora il nucleo vivace della città e lo è da oltre 500 anni. Qui si trova la torre civica e la famosa colonna della gogna dove venivano legate le persone che avevano commesso crimini. Anche la Biblioteca Comunale della città si trova qui, in un bellissimo edificio neoclassico che un tempo ospitava il teatro.

Cattedrale di Maria Santissima della Madia

La protettrice di Monopoli ha una fantastica storia da raccontare. L’immagine della Vergine Maria arrivò a Monopoli non in un’apparizione, ma in forma fisica. Coincise con l’ultima fase di costruzione della cattedrale romanica iniziata nell’anno 1107. Si narra che la chiesa fosse quasi ultimata quando si esaurirono i materiali per completare il tetto.

monopoli-centro storico-puglia

Il 16 dicembre 1117 una zattera di legno finì sulle rive del porto di Monopoli trasportando la preziosa icona della Madonna. Di origine bizantina, si crede sia arrivata dall’altra parte dell’Adriatico durante la persecuzione iconoclasta. Le travi della sua zattera furono usate per completare la cattedrale e il resto è, come si dice, storia. L’icona originale della Madonna col Bambino è ancora conservata nella cattedrale, così come alcune delle travi in ​​legno originali della sua zattera.

La cattedrale come appare oggi è un tipico esempio di architettura barocca pugliese. Sebbene non sia una rappresentazione storicamente accurata, non perderti i dipinti del XVIII secolo di Michelangelo Signorile che raccontano l’evento dell’arrivo della Madonna a Monopoli.

Il Castello di Carlo V

Di gran lunga l’edificio più importante e famoso simbolo di Monopoli, è il Castello di Carlo V ed è assolutamente da non perdere. Costruito nel 1552 per volontà dell’imperatore Carlo V, la magnifica fortezza sorge sul promontorio di Punta Pinna nei pressi del porto vecchio di Monopoli.

La struttura pentagonale era sovrapposta all’antica cinta muraria messapica del V secolo a.C. e, successivamente, ad una porta romana del I secolo aC (di cui qualche traccia è ancora visibile). Non saltare la fantastica Sala delle armi e la Cappella di San Nicola della Pinna del X secolo. Non è previsto alcun biglietto d’ingresso per visitare l’interno del castello e gli orari variano durante l’anno a seconda della stagione e delle mostre d’arte in esposizione. Come regola generale, il castello è chiuso il lunedì, mentre da martedì a domenica è aperto dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 18:30 alle ore 21:00.

monopoli-castello carlo v

Chiesa di Santa Maria del Suffragio, “Il Purgatorio”

Questa particolare chiesa è conosciuta per la sua unicità, per quanto macabra: custodisce l’unico bambino mummia in tutta la Puglia. Fu costruito all’inizio del 1700 per commemorare 37 abitanti che morirono tragicamente quando il campanile della cattedrale crollò.

Ovunque guardi ci sono ricordi non così sottili che la morte è imminente in questa vita: incise con Memento Mori, latino per “ricordati che devi morire”; scheletri e teschi e, naturalmente, le mummie. Un totale di 10 mummie estremamente ben conservate sono esposte nella “cappella delle mummie”. I nove adulti erano tutti membri di spicco della società e della “Fratellanza” e morirono tra gli anni 1700 e 1800. Era loro desiderio essere tenuti in mostra dopo la loro scomparsa. Organi interni, capelli, pelle e denti sono stati tutti preservati senza alcun prodotto chimico e sono rimasti così intatti probabilmente a causa dei fattori climatici di Monopoli. La bambina è l’unica mummia che è stata conservata chimicamente ed è l’unica mummia bambina in tutta la Puglia. Tutto molto inquietante, ma vale la pena visitarla!

Palazzo Martinelli Meo-Evoli

Anche se questo fantastico palazzo può essere goduto solo dall’esterno (ad eccezione di alcuni eventi durante l’anno), Palazzo Martinelli è comunque degno di nota. Questa residenza privata del XVIII secolo è in stile neogotico con elementi che ricordano l’architettura veneziana. Si affaccia sul porto ed è stato acquistato dalla famiglia Martinelli che ha fatto la stragran parte dei lavori di ristrutturazione che vediamo oggi. E’ ancora di proprietà privata.

Il Parco archeologico Egnazio 

Questa destinazione non è tecnicamente nei confini del comune di Monopoli, ma se hai i mezzi per arrivarci, dovresti assolutamente farlo. Qui sono in corso i scavi da diversi decenni ed è il sito archeologico più importante dell’intera regione. Sezioni del parco includono scavi dal 1.600 a.C. fino al 1.300 d.C., quando la città fu abbandonata. I manufatti e le tombe appartengono a delle civiltà iapigia, messapica e romana.

Grotte di Castellana

A soli 17 km da Monopoli si possono visitare le grotte carsiche di Castellana. Un intero articolo dovrebbe essere dedicato a questa meraviglia naturale! In poche parole, è una delle grotte più complete e suggestive di tutta Italia. Aperte tutto l’anno, sono disponibili due visite guidate tra cui scegliere. Fidati di noi, non rimarrai deluso! Visita il sito ufficiale per più dettagli e info biglietti. 

monopoli-grotte di castellana

Il mare di Monopoli

Sarebbe quasi un peccato visitare la Puglia e non mettere piede sulle sue spiagge, indipendentemente dalla stagione. Ci sono molti luoghi spettacolari lungo la costa di Monopoli, dove puoi vivere il meglio che la Puglia ha da offrire. Quattro località di Monopoli si sono aggiudicate nel 2022 il prestigioso Premio Bandiera Blu per le acque cristalline e per i servizi: Castello Santo Stefano, Capitolo, Lido Porto Rosso e Cala Paradiso.

monopoli-spiagge

L’evento più famoso

I due eventi più importanti dell’anno a Monopoli ruotano attorno alla loro patrona, la Vergine Maria, e si celebrano il 16 dicembre e di nuovo il 15 agosto. La sera del 14 agosto si svolge una bellissima rievocazione storica e processione del suo arrivo al porto. Una grande festa si svolge ogni anno dal 12 agosto al 15 agosto con una processione religiosa, una banda, le famose luminarie artistiche e tanti prodotti tipici da assaggiare!

Cosa assaggiare

Cosa mangiare? È quasi una domanda retorica perché a Monopoli non c’è proprio niente che non dovresti mangiare! Vanta tutti piatti semplici della cucina classica pugliese dalle orecchiette fatte in casa (dette minghièridd) alle fave con le cicorie. Naturalmente, il pesce fresco è un must assoluto tra cui fritture di pesce e cozze. Portare a casa dei taralli in vero stile barese che contengono solo quattro ingredienti: farina di grano duro, acqua, sale e olio d’oliva. Molti panifici li fanno ancora a mano e aggiungono solo ingredienti naturali e locali per esaltarne il sapore come il finocchio, peperoncino o pomodoro.

monopoli-taralli

Questa non è affatto una guida completa alla fantastica città di Monopoli! Ti sarà difficile trovare una città più bella, culturalmente ricca e ospitale ovunque in tutta Italia.